Il cinema in Italia
 

RWF - Il mondo sul filo
1 | 2 |

lzy 1 Giu 2017 12:35
https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
Ne ho visto una parte... (40min circa)

mi ha ricordato L'invenzione di Morel
https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)

e non so perché...

Qualche tesi in proposito?
Karamazov 1 Giu 2017 13:13
Il giorno giovedì 1 giugno 2017 12:35:21 UTC+2, lzy ha scritto:
> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>
> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)

decoroso film da un ottimo soggetto


e Westworld?
Piergiorgio Sartor 1 Giu 2017 23:01
On 2017-06-01 12:35, lzy wrote:
> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>
> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)
>
> e non so perché...

Neanche io... :-)

Il secondo e` un film interessante, anche se,
dopo averlo visto, mi e` sembrato mancasse
qualcosa...

Puo` essere considerato vagamente collegato
al concetto generale di Simulacron-3.
In qualche modo ci passa vicino.

> Qualche tesi in proposito?

Hai guardato solo 40 minuti del primo! :-)

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 1 Giu 2017 23:14
On 2017-06-01 13:13, Karamazov wrote:
> Il giorno giovedì 1 giugno 2017 12:35:21 UTC+2, lzy ha scritto:
>> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
>> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>>
>> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
>> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)
>
> decoroso film da un ottimo soggetto

Interessante, credevo di essere l'unico ad
aver visto quel film.
Invece siamo gia` in tre...

> e Westworld?

Westworld somiglia piu` a Westworld... :-)

In realta`, anche qui, se ci mettiamo a guardare
dalla parte giusta, troviamo gli stessi temi.

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 2 Giu 2017 00:15
Il giorno giovedì 1 giugno 2017 23:15:19 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-01 13:13, Karamazov wrote:
>> Il giorno giovedì 1 giugno 2017 12:35:21 UTC+2, lzy ha scritto:
>>> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
>>> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>>>
>>> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
>>> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)
>>
>> decoroso film da un ottimo soggetto
>
> Interessante, credevo di essere l'unico ad
> aver visto quel film.
> Invece siamo gia` in tre...

sì anch'io pensavo di essere l'unico,
maledetti, me lo fate diventare un film
nazionalpopolare...

>> e Westworld?
> In realta`, anche qui, se ci mettiamo a guardare
> dalla parte giusta, troviamo gli stessi temi.

eh sì, Dolores che non sa di vivere in un mondo virtuale,
e i dirigenti di WW, saranno umani oppure...
Karamazov 2 Giu 2017 00:16
Il giorno giovedì 1 giugno 2017 23:05:17 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-01 12:35, lzy wrote:
>> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
>> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>>
>> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
>> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)
>>
>> e non so perché...
>
> Neanche io... :-)
>
> Il secondo e` un film interessante, anche se,
> dopo averlo visto, mi e` sembrato mancasse
> qualcosa...

il finale è un po' pasticciato...
lzy 2 Giu 2017 08:34
Il giorno giovedì 1 giugno 2017 12:35:21 UTC+2, lzy ha scritto:
> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>
> mi ha ricordato L'invenzione di Morel
> https://it.wikipedia.org/wiki/L%27invenzione_di_Morel_(film)
>
> e non so perché...
>
> Qualche tesi in proposito?


ho capito perché; per via della recitazione delle comparse
e anche delle donne bellone tipicamente statuarie di RWF:

questi personaggi, a differenza dei ruoli maschili che interagiscono
tra loro appaiono spesso come "fantasmi"...

Come sull'isola di Morel...

la differenza è che i fantasmi di Morel sono effettive proiezioni
che non possono interagire con l'umano ma solo ripetere all'infinito
i gesti nei quali sono stati registrati... ologrammi

e tanti saluti
lzy 2 Giu 2017 09:00
Il giorno giovedì 1 giugno 2017 23:05:17 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-01 12:35, lzy wrote:
>> https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mondo_sul_filo
>> Ne ho visto una parte... (40min circa)
>>
>
> Hai guardato solo 40 minuti del primo! :-)
>


Ho visto tutto: lunghetto direi, forse un pelo troppo...

E' passato su fuori orario nel nel 2014 e 2015,
anni in cui non seguivo... ecco perché me lo sono perso.
uscito in dvd nel 2011...

avete visto le Release Dates su Imdb?
USA 7 February 1997 (New York City, New York)

Matrix sì/no
per me è NO anche se ovvio che...

peraltro RWF (è fedele al libro?) crea una doppia simulazione:
realtà virtuale dentro realtà virtuale con possibilità
di scendere, scendere ancora (dicono)... (Inception)

del mondo reale non vediamo nulla se non l'ultima scena in cui
paradossalmente i due amanti sono chiusi in una stanza...

lui rinato con nuova coscienza (presa alla sua copia) o meglio
salvato da EVA...

insomma Matrix è ben diverso accidenti
Piergiorgio Sartor 2 Giu 2017 18:19
On 2017-06-02 09:00, lzy wrote:
[...]
> Matrix sì/no
> per me è NO anche se ovvio che...
>
> peraltro RWF (è fedele al libro?) crea una doppia simulazione:

Si, e` praticamente uguale.
Il libro ha qualche dettaglio in piu`, forse.

> realtà virtuale dentro realtà virtuale con possibilità
> di scendere, scendere ancora (dicono)... (Inception)

Simulacron-3, il 3 non e` un caso.

> del mondo reale non vediamo nulla se non l'ultima scena in cui
> paradossalmente i due amanti sono chiusi in una stanza...
>
> lui rinato con nuova coscienza (presa alla sua copia) o meglio
> salvato da EVA...
>
> insomma Matrix è ben diverso accidenti

Matrix e` la stessa precisa identica cosa.

Gente che vive in una simulazione senza saperlo.
Qualcuno lo sa, vivendo fuori.
Si puo` entrare ed uscire dalla simulazione.
Incidentalmente tramite telefono.

E` lo stesso.

Per capire, se fai la sintesi di Matrix in
una frase e di Simulacron-3 in una frase,
queste due frasi differisco per un insieme
di misura nulla.

Le differenze sono nei dettagli irrilevanti.

E nei Matrix successivi viene anche insinuato
il fatto che vi siano piu` livelli di simulazione.
Esattamente come in Simulacron-3.

Piu` identico di cosi` credo che raramente si
sia visto.

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 2 Giu 2017 18:20
On 2017-06-02 00:16, Karamazov wrote:
[...]
>> Il secondo e` un film interessante, anche se,
>> dopo averlo visto, mi e` sembrato mancasse
>> qualcosa...
>
> il finale è un po' pasticciato...

Ah! Ecco, perche` anche a me il finale mi ha
lasciato un po' perplesso.
Anche se credo il problema non sia nel finale
per se, ma nel fatto che la sceneggiatura si
e` chiusa tutte le strade per un finale diverso.

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 2 Giu 2017 22:39
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 18:21:01 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-02 00:16, Karamazov wrote:
> [...]
>>> Il secondo e` un film interessante, anche se,
>>> dopo averlo visto, mi e` sembrato mancasse
>>> qualcosa...
>>
>> il finale è un po' pasticciato...
>
> Ah! Ecco, perche` anche a me il finale mi ha
> lasciato un po' perplesso.
> Anche se credo il problema non sia nel finale
> per se, ma nel fatto che la sceneggiatura si
> e` chiusa tutte le strade per un finale diverso.

è uno di quei casi classici dove se non si riesce
a trovare un finale all'altezza è meglio
lasciarlo aperto, magari insinuando qualcosa
sull'identità del protagonista.

il padre di tutti i finali aperti, Picnic
ad Hanging Rock è sempre lì a ricordarcelo.
Karamazov 2 Giu 2017 22:42
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 22:39:19 UTC+2, Karamazov ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 18:21:01 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha
scritto:
>> On 2017-06-02 00:16, Karamazov wrote:
>> [...]
>>>> Il secondo e` un film interessante, anche se,
>>>> dopo averlo visto, mi e` sembrato mancasse
>>>> qualcosa...
>>>
>>> il finale è un po' pasticciato...
>>
>> Ah! Ecco, perche` anche a me il finale mi ha
>> lasciato un po' perplesso.
>> Anche se credo il problema non sia nel finale
>> per se, ma nel fatto che la sceneggiatura si
>> e` chiusa tutte le strade per un finale diverso.
>
> è uno di quei casi classici dove se non si riesce
> a trovare un finale all'altezza è meglio
> lasciarlo aperto, magari insinuando qualcosa
> sull'identità del protagonista.
>
> il padre di tutti i finali aperti, Picnic
> ad Hanging Rock è sempre lì a ricordarcelo.

p.s.
ovviamente alla fine di PAHR *****i perché
non ti rivelano niente, ma col senno di poi
ti rendi conto che è meglio così piuttosto che
una roba appiccicata alla fine.
Piergiorgio Sartor 2 Giu 2017 23:27
On 2017-06-02 22:42, Karamazov wrote:
[...]
> ovviamente alla fine di PAHR *****i perché
> non ti rivelano niente, ma col senno di poi

Il piacere e` nel viaggio, non nell'arrivo
alla meta...

> ti rendi conto che è meglio così piuttosto che
> una roba appiccicata alla fine.

Anche perche` qualunque spiegazione avrebbe
creato qualche problema, da qualche parte.

Una cosa simile avviene con gli zombie di Romero.
Se non erro, non viene mai data una spiegazione
sul perche` i morti tornino in circolazione.
Succede e basta.

Il che salva parecchi mal di testa e, di fatto,
elimina definitivamente qualcosa di non importante.

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 2 Giu 2017 23:56
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 23:32:07 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-02 22:42, Karamazov wrote:
> [...]
>> ovviamente alla fine di PAHR *****i perché
>> non ti rivelano niente, ma col senno di poi
>
> Il piacere e` nel viaggio, non nell'arrivo
> alla meta...

questa è una massima che mi ha sempre irritato, ti devo dire,
per me il finale aperto è comunque un palliativo,
in mancanza di meglio, ma un grande film deve
avere un grande finale.

> Il che salva parecchi mal di testa e, di fatto,
> elimina definitivamente qualcosa di non importante.

dev'esserci qualche formula matematica, una proporzione
inversa, che mette in relazione il fatto che maggiore
è l'impegno per cercare di giustificare
una cagata, meno la si rende credibile.
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 00:09
On 2017-06-02 23:56, Karamazov wrote:
[...]>> Il piacere e` nel viaggio, non nell'arrivo
>> alla meta...
>
> questa è una massima che mi ha sempre irritato, ti devo dire,

Stavo quasi per metterci un :-)

> per me il finale aperto è comunque un palliativo,
> in mancanza di meglio, ma un grande film deve
> avere un grande finale.

Dipende, ci sono film o storie, in cui il totale
e` b*****e, ma la narrazione e` fondamentale.
Mi viene in mente "Camera con vista".
Ma anche "Quattro matrimoni ed un funerale".

[...]
> dev'esserci qualche formula matematica, una proporzione
> inversa, che mette in relazione il fatto che maggiore
> è l'impegno per cercare di giustificare
> una cagata, meno la si rende credibile.

E` anche una questione di impostazione.

Vi sono "fiabe", in cui non e` necessario ne'
doveroso "spiegare".
Vi sono altre storie, che sono impostate su
un maggiore tecnicismo e le spiegazioni sono
parte integrante della costruzione.

Il problema e` quando si mescolano le linee.

Per esempio, in "Star Wars: The phantom menace",
cos`e`, "Episode I", credo, lo jedi tira fuori
la storia dell'esame del sangue per vedere quanta
"forza" scorra nel giovane Anakin.
E` stato detto (da un collega): "Se volevo avere
spiegazioni, mi guardavo Star Trek."

Credo renda bene l'idea...

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 3 Giu 2017 01:01
Il giorno sabato 3 giugno 2017 00:12:13 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha
> Stavo quasi per metterci un :-)

ah ecco, l'imitazione del cinefilo in fustagno
ti è venuta bene :)

> Dipende, ci sono film o storie, in cui il totale
> e` b*****e, ma la narrazione e` fondamentale.

indubbiamente, probabilmente il finale
memorabile fa la differenza tra l'ottimo
film ed il capolavoro

> Mi viene in mente "Camera con vista".
> Ma anche "Quattro matrimoni ed un funerale".

ottimi film

> E` stato detto (da un collega): "Se volevo avere
> spiegazioni, mi guardavo Star Trek."
>
> Credo renda bene l'idea...

sì, e nel mentre hai esplicato magistralmente anche una delle
tante ragioni per cui non mi piace ST
;)
ADPUF 3 Giu 2017 03:31
Piergiorgio Sartor 18:19, venerdì 2 giugno 2017:
> On 2017-06-02 09:00, lzy wrote:
> [...]
>> Matrix sì/no
>> per me è NO anche se ovvio che...
>>
>> peraltro RWF (è fedele al libro?) crea una doppia
>> simulazione:
>
> Si, e` praticamente uguale.
> Il libro ha qualche dettaglio in piu`, forse.
>
>> realtà virtuale dentro realtà virtuale con possibilità
>> di scendere, scendere ancora (dicono)... (Inception)
>
> Simulacron-3, il 3 non e` un caso.
>
>> del mondo reale non vediamo nulla se non l'ultima scena in
>> cui paradossalmente i due amanti sono chiusi in una
>> stanza...
>>
>> lui rinato con nuova coscienza (presa alla sua copia) o
>> meglio salvato da EVA...
>>
>> insomma Matrix è ben diverso accidenti
>
> Matrix e` la stessa precisa identica cosa.
>
> Gente che vive in una simulazione senza saperlo.
> Qualcuno lo sa, vivendo fuori.
> Si puo` entrare ed uscire dalla simulazione.
> Incidentalmente tramite telefono.
>
> E` lo stesso.
>
> Per capire, se fai la sintesi di Matrix in
> una frase e di Simulacron-3 in una frase,
> queste due frasi differisco per un insieme
> di misura nulla.
>
> Le differenze sono nei dettagli irrilevanti.
>
> E nei Matrix successivi viene anche insinuato
> il fatto che vi siano piu` livelli di simulazione.
> Esattamente come in Simulacron-3.
>
> Piu` identico di cosi` credo che raramente si
> sia visto.


Non c'era anche quell'altro film... Truman Show?


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
lzy 3 Giu 2017 11:09
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 22:39:19 UTC+2, Karamazov ha scritto:

>
> il padre di tutti i finali aperti, Picnic
> ad Hanging Rock è sempre lì a ricordarcelo.


Uh! Pensavo di essere il solo ad aver visto questo
eccellentissimo film!

Zizek ne scrive ipotizzando vari finali :-)
lzy 3 Giu 2017 11:18
Il giorno sabato 3 giugno 2017 00:12:13 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:

>
> Per esempio, in "Star Wars: The phantom menace",
> cos`e`, "Episode I", credo, lo jedi tira fuori
> la storia dell'esame del sangue per vedere quanta
> "forza" scorra nel giovane Anakin.


Veramente è chiara la spiegona data dalla sceneggiatura:
il bimbo è una sorta di ******* concepito senza padre
da una madre che poi morirà di ******* ..

Il concepimento si presume avvenga attraverso i "midichlorian"
appunto presenti in concentrazione altissima nel sangue di Anakin

una storia ******* mitologica variata, col l'Eletto che si
trasforma in Demone del male...
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 11:28
On 2017-06-03 11:18, lzy wrote:
[...]
>> Per esempio, in "Star Wars: The phantom menace",
>> cos`e`, "Episode I", credo, lo jedi tira fuori
>> la storia dell'esame del sangue per vedere quanta
>> "forza" scorra nel giovane Anakin.
>
>
> Veramente è chiara la spiegona data dalla sceneggiatura:
> il bimbo è una sorta di ******* concepito senza padre

Toh! Io ho sempre pensato che il padre
fosse l'imperatore... ;-)
Giusto per quadrare il cerchio e rimanere
nella stessa posizione.

A questo proposito, la piu` grande delusione e`
stata Harry Potter.
Nel combattimento finale, tra Potter e Valedmord,
questi avrebbe dovuto dire: "Sono tuo padre!".
E poi farsi una risata, lasciando il dubbio se
intendesse davvero o fosse uno scherzo (citazione).

Il che dimostra che l'autrice non ha alcun senso
dell'umorismo...

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 11:30
On 2017-06-03 03:31, ADPUF wrote:
[...]
> Non c'era anche quell'altro film... Truman Show?

Si, pero` questo ha il buon gusto di cambiare il
setup al punto da renderlo _quasi_ originale.

Quello che scrivevo prima.
In "Truman Show" c'e` questa doppia realta` e la
gente entra ed esce da questo (quasi tutti).

Pero` tutta la costruzione e` fatta in maniera
peculiare, al punto, secondo il mio parere, sia
chiaro, da rendere il tutto una novita`.

bye,

--

piergiorgio
lzy 3 Giu 2017 11:34
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 18:21:01 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-02 09:00, lzy wrote:
>>
>> insomma Matrix è ben diverso accidenti
>
> Matrix e` la stessa precisa identica cosa.
>

No.

> Gente che vive in una simulazione senza saperlo.
> Qualcuno lo sa, vivendo fuori.

Potrei sbagliarmi io ora. Ma il primo ad uscire dalla simulazione
dovrebbe essere stato Morpheus; lo si lascia intendere, al limite,
uno dei primi... probabilmente sfuggito al sistema casualmente...

La discarica di corpi inutili (cfr risveglio di Neo) infatti è concepita per
eliminare i corpi non più "sedati" dal sistema "macchina"...
dunque il risveglio può essere anche casuale...


> Si puo` entrare ed uscire dalla simulazione.
> Incidentalmente tramite telefono.
>

Si entra tramite sistema complesso di connessione cibernetico-bionica;
il telefono serve per stabilire un contatto quando
devi uscire dalla simulazione e sei in giro per Matrix

ricordo bene o ricordo male?



> E` lo stesso.
>

l'etrata si può dire di si:
in RWF ti infilano un casco con spinotti e via!

il telofono, cabina, è presente una sola volta in maniera ambigua:
Stiller (il mondo sul filo) entra per incontrare "Einstein" (nome in codice) e
capire cosa sta succedendo di losco; quando il tempo della
simulazione sta per scadere va in una cabina tel e viene risvegliato;
ma non prende in mano il telefono...

nel libro magari è più specifico

ad ogni modo, scusa, se queste sono le cose che tu ti annoti
per dire che due film sono uguali nei cotenuti...

ti dico che sei professore pedante e allucinato

ciao :-)
lzy 3 Giu 2017 11:37
Il giorno sabato 3 giugno 2017 11:28:44 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-03 11:18, lzy wrote:
> [...]
>>> Per esempio, in "Star Wars: The phantom menace",
>>> cos`e`, "Episode I", credo, lo jedi tira fuori
>>> la storia dell'esame del sangue per vedere quanta
>>> "forza" scorra nel giovane Anakin.
>>
>>
>> Veramente è chiara la spiegona data dalla sceneggiatura:
>> il bimbo è una sorta di ******* concepito senza padre
>
> Toh! Io ho sempre pensato che il padre
> fosse l'imperatore... ;-)


Ah, beh, anche di ******* si può pensare che il padre sia ******* ..
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 11:50
On 2017-06-03 11:34, lzy wrote:
[...]
> Potrei sbagliarmi io ora. Ma il primo ad uscire dalla simulazione
> dovrebbe essere stato Morpheus; lo si lascia intendere, al limite,
> uno dei primi... probabilmente sfuggito al sistema casualmente...

Non mi pare, ma potrei sbagliare.
Alla luce dei film successivi non direi.
Non credo vi sia una spiegazione esplicita
su Morpheus.

> La discarica di corpi inutili (cfr risveglio di Neo) infatti è concepita per
eliminare i corpi non più "sedati" dal sistema "macchina"...
> dunque il risveglio può essere anche casuale...

Assolutamente irrilevante.
La genesi degli esterni non ha alcuna importanza.
Solo ai fini della definizione dell'avversario
(macchine), ma per il resto e` *solo* una b*****e
costruzione _ottica_.

>> Si puo` entrare ed uscire dalla simulazione.
>> Incidentalmente tramite telefono.
>>
>
> Si entra tramite sistema complesso di connessione cibernetico-bionica;

Irrilevante anche questo e simile a mille
altre storie.

> il telefono serve per stabilire un contatto quando
> devi uscire dalla simulazione e sei in giro per Matrix
>
> ricordo bene o ricordo male?

Certo, ma e` un dettaglio senza importanza.
Nel senso che l'unica ipotesi accettabile e`
che sia un "omaggio" a Simulacron-3.

E di nuovo, e` funzionale alla definizione
dell'avversario.

[...]
> nel libro magari è più specifico

E` un po' piu` specifico.
Nella serie TV e`, secondo me, evidente tanto
quanto in Matrix.

> ad ogni modo, scusa, se queste sono le cose che tu ti annoti
> per dire che due film sono uguali nei contenuti...

Ti ho gia` scritto che il telefono e` alquanto
incidentale, non capisco perche` ti sei fissato
su questo dettaglio.

Non hai comunque detto niente riguardo il concetto
di doppia realta`, di cui una (almeno) simulata.

Questo e` il pilastro di entrambi e non mi pare
sia poco come comunalita`.

Ovviamente gli effetti speciali sono diversi.

Lo erano anche in "Nosferatu" di Murnau.

> ti dico che sei professore pedante e allucinato

Contraccambio, se per te basta dipingere un'auto
di colore diverso per avere un oggetto totalmente
differente, significa che ti fermi a meno di un
millimetro sotto la superficie.

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 12:07
On 2017-06-03 11:37, lzy wrote:
[...]
>>> Veramente è chiara la spiegona data dalla sceneggiatura:
>>> il bimbo è una sorta di ******* concepito senza padre
>>
>> Toh! Io ho sempre pensato che il padre
>> fosse l'imperatore... ;-)
>
>
> Ah, beh, anche di ******* si può pensare che il padre sia ******* ..

Il problema, pero`, e` che Luke rompe le
uova nel paniere a questa tesi... :-)

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 3 Giu 2017 12:27
On 2017-06-03 11:34, lzy wrote:
[...]
> Potrei sbagliarmi io ora. Ma il primo ad uscire dalla simulazione
> dovrebbe essere stato Morpheus; lo si lascia intendere, al limite,
> uno dei primi... probabilmente sfuggito al sistema casualmente...

Allora, mi e` venuto in mente che nella nave
di Morpheus c'e` un tizio senza connessione.
Dice di essere nato "all'esterno".

Quindi c'era gia` qualcuno, verosimilmente
prima di Morpheus, fuori (possiamo speculare
sulle eta` relative, ma mi sembra un po'
troppo una "speculazione").

Ne consegue che Morpheus puo` essere uscito
per caso, oppure no, e magari essere stato
salvato da questi, oppure no.

In pratica, se proprio vogliamo seguire una
logica nella trama, non vi e` nessun elemento
per stabilire la genesi di Morpheus.

bye,

--

piergiorgio
noquarter 3 Giu 2017 20:17
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 09:00:23 UTC+2, lzy ha scritto:
di scendere, scendere ancora (dicono)... (Inception)
>
> del mondo reale non vediamo nulla se non l'ultima scena in cui
> paradossalmente i due amanti sono chiusi in una stanza...
>
> lui rinato con nuova coscienza (presa alla sua copia) o meglio
> salvato da EVA...
>
> insomma Matrix è ben diverso accidenti

che poi senza conoscere ne l uno ne l altro ho scritto un racconto pari pari

:D
lzy 4 Giu 2017 21:59
Il giorno sabato 3 giugno 2017 12:28:53 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-03 11:34, lzy wrote:
> [...]
>> Potrei sbagliarmi io ora. Ma il primo ad uscire dalla simulazione
>> dovrebbe essere stato Morpheus; lo si lascia intendere, al limite,
>> uno dei primi... probabilmente sfuggito al sistema casualmente...
>
> Allora, mi e` venuto in mente che nella nave
> di Morpheus c'e` un tizio senza connessione.
> Dice di essere nato "all'esterno".
>
> Quindi c'era gia` qualcuno, verosimilmente
> prima di Morpheus


Ehm, è un ragazzo, avrà 17 anni...
ergo è la ******* di due dell'età di Morpheus...

ad ogni modo perché stiamo parlando di questo?
Piergiorgio Sartor 4 Giu 2017 22:23
On 2017-06-04 21:59, lzy wrote:
> Il giorno sabato 3 giugno 2017 12:28:53 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
>> On 2017-06-03 11:34, lzy wrote:
>> [...]
>>> Potrei sbagliarmi io ora. Ma il primo ad uscire dalla simulazione
>>> dovrebbe essere stato Morpheus; lo si lascia intendere, al limite,
>>> uno dei primi... probabilmente sfuggito al sistema casualmente...
>>
>> Allora, mi e` venuto in mente che nella nave
>> di Morpheus c'e` un tizio senza connessione.
>> Dice di essere nato "all'esterno".
>>
>> Quindi c'era gia` qualcuno, verosimilmente
>> prima di Morpheus
>
>
> Ehm, è un ragazzo, avrà 17 anni...
> ergo è la ******* di due dell'età di Morpheus...

Sono due tipi (fratelli) e, come scritto
prima, il resto e` pura speculazione, si
puo` dire di tutto.

> ad ogni modo perché stiamo parlando di questo?

Non saprei, tu hai iniziato con "il primo
ad uscire dalla simulazione dovrebbe essere
stato Morpheus"

Il che non e` verosimile, alla luce delle
due considerazioni precedenti.

bye,

--

piergiorgio
Once Upon a Time... 5 Giu 2017 11:15
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 22:42:25 UTC+2, Karamazov ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 22:39:19 UTC+2, Karamazov ha scritto:
>> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 18:21:01 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha
scritto:
>>
>> il padre di tutti i finali aperti, Picnic
>> ad Hanging Rock è sempre lì a ricordarcelo.
>
> p.s.
> ovviamente alla fine di PAHR *****i perché
> non ti rivelano niente, ma col senno di poi
> ti rendi conto che è meglio così piuttosto che
> una roba appiccicata alla fine.

Ma non era basato su una storia vera? Mi sembra di
ricordare che all'inizio e/o alla fine comparissero
delle scritte che la storia era realmente accaduta
ma nessuno era riuscito a spiegarla...

O era fiction anche quella?

Michele
Piergiorgio Sartor 5 Giu 2017 11:32
On 2017-06-05 11:15, Once Upon a Time... wrote:
[PAHR]
> Ma non era basato su una storia vera? Mi sembra di
> ricordare che all'inizio e/o alla fine comparissero
> delle scritte che la storia era realmente accaduta
> ma nessuno era riuscito a spiegarla...
>
> O era fiction anche quella?

Piu` che fiction e` stato un trucco per
attirare l'attenzione.

bye,

--

piergiorgio

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il cinema in Italia | Tutti i gruppi | it.arti.cinema | Notizie e discussioni cinema | Cinema Mobile | Servizio di consultazione news.