Il cinema in Italia
 

Neill Blom*****p for free
1 | 2 |

Karamazov 16 Giu 2017 15:02
Il giorno venerdì 16 giugno 2017 14:36:26 UTC+2, noquarter ha scritto:
> con quattro corti:
>
> https://www.tomshw.it/regista-district-9-torna-quattro-corti-sci-fi-86395

come previsto una cagata girata male e recitata peggio
(il voice over è stato scritto da un settenne)
e senza uno straccio di idea originale.
la cg dei ramarri è penosa, si muovono in
modo meccanico e innaturale come facevano
i bacherozzi di district 9. e son passati
8 anni, un'eternità in questo campo.
tloback@gmail.com 16 Giu 2017 22:00
Il giorno venerdì 16 giugno 2017 15:02:53 UTC+2, Karamazov ha scritto:

> come previsto una cagata girata male

LOL

e recitata peggio

> la cg dei ramarri è penosa,

super lol

> si muovono in
> modo meccanico e innaturale

LOL guarda che e' voluta mica fatta a *******
E poi "innaturale" de cosa? Secondo i canoni terrestri?
Tral'altro si capisce che si muovono in quel modo perche' hanno la possibilita'
di ricollocare la posizione delle ossa con lo scotto pero'
di avere un'articolazione meno fluida..(si vede quando ci sta l'alieno che
passa dalla postura ventre a terra a quella su due gambe.)
Karamazov 16 Giu 2017 23:28
Il giorno venerdì 16 giugno 2017 22:00:17 UTC+2, tlo...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 16 giugno 2017 15:02:53 UTC+2, Karamazov ha scritto:
>
>> come previsto una cagata girata male
>
> LOL
>
> e recitata peggio
>
>> la cg dei ramarri è penosa,
>
> super lol
>
>> si muovono in
>> modo meccanico e innaturale

> E poi "innaturale" de cosa? Secondo i canoni terrestri?

secondo la biomeccanica che ha delle leggi
che bisogna conoscere, questi invece hanno
concentrato tutti i loro sforzi sulla surface texture.

se vuoi degli esempi riusciti di biomeccanica
applicata alla CG guardati Gravity o la sequenza
iniziale di Life.

adesso aggiungi pure i tuoi LOL e ROTFL
come da repertorio tanto non risponderò oltre.
Scroogle 16 Giu 2017 23:31
tloback@gmail.com <tloback@gmail.com> ha scritto:

> Tral'altro si capisce che si muovono in quel modo perche' hanno la
possibilita' di ricollocare la posizione delle ossa con lo scotto pero'
> di avere un'articolazione meno fluida..(si vede quando ci sta l'alieno che
passa dalla postura ventre a terra a quella su due gambe.)
tloback@gmail.com 17 Giu 2017 00:26
Il giorno venerdì 16 giugno 2017 23:28:23 UTC+2, Karamazov ha scritto:

> secondo la biomeccanica

LOL

> adesso aggiungi pure i tuoi LOL e ROTFL


ROTFL
Piergiorgio Sartor 18 Giu 2017 14:20
On 2017-06-16 15:02, Karamazov wrote:
[...]
> modo meccanico e innaturale come facevano
> i bacherozzi di district 9. e son passati
> 8 anni, un'eternità in questo campo.

Secondo me, in "District 9", il movimento dei
"gamberoni" era voluto in quel modo.
Non era una mancanza di CG.

Dato che sembra imitare certi movimenti reali,
non credo neanche si possa discutere di realta`
biomeccanica (che, appunto, e` molto varia).

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 18 Giu 2017 15:35
Il giorno domenica 18 giugno 2017 14:21:06 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-16 15:02, Karamazov wrote:
> [...]
>> modo meccanico e innaturale come facevano
>> i bacherozzi di district 9. e son passati
>> 8 anni, un'eternità in questo campo.
>
> Secondo me, in "District 9", il movimento dei
> "gamberoni" era voluto in quel modo.
> Non era una mancanza di CG.
>
> Dato che sembra imitare certi movimenti reali,
> non credo neanche si possa discutere di realta`
> biomeccanica (che, appunto, e` molto varia).

è un discorso tecnicamente abbastanza
complicato che comporta il concetto
di momento inerziale che non è immediatamente
afferrabile in modo intuitivo, ma
che di fatto fa apparire certe figure
in CG come "materiche" (dotate di massa e peso)
come appunto negli esempi citati
e comunque nelle realizzazioni di
alto livello, ed altre come dei fantasmini immateriali
che "galleggiano" sulla superficie dello
schermo, tipico dei videogames (lì
è giustificato al momento dai limiti
di calcolo, qui probabilmente
dal budget).
Piergiorgio Sartor 18 Giu 2017 19:11
On 2017-06-18 15:35, Karamazov wrote:
[...]
> è un discorso tecnicamente abbastanza
> complicato che comporta il concetto
> di momento inerziale che non è immediatamente
> afferrabile in modo intuitivo, ma

Scusa, ma allora tutti le varie azioni
di Hulk (per dirne uno) sono irreali
ed impossibili.

> che di fatto fa apparire certe figure
> in CG come "materiche" (dotate di massa e peso)

Gia`, ma siccome non e dato sapere quanta massa,
non si puo` parlare di momento inerziale.
Cosa ne sappiamo noi che l'alieno abbia una
massa di 2Kg o di 200Kg?

Lo stesso preciso discorso si faceva per "Alien",
tra l'altro.

> come appunto negli esempi citati
> e comunque nelle realizzazioni di
> alto livello, ed altre come dei fantasmini immateriali
> che "galleggiano" sulla superficie dello
> schermo, tipico dei videogames (lì
> è giustificato al momento dai limiti
> di calcolo, qui probabilmente
> dal budget).

Cose che non mi pare siano presenti in
"District 9", pero`.

IMHO, in quel film gli effetti erano buoni,
se non ottimi, considerando anche che sono
fatti alla luce del giorno e non di notte
od in qualche antro buio di astronave.

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 18 Giu 2017 19:39
Il giorno domenica 18 giugno 2017 19:11:57 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-18 15:35, Karamazov wrote:
> [...]
>> è un discorso tecnicamente abbastanza
>> complicato che comporta il concetto
>> di momento inerziale che non è immediatamente
>> afferrabile in modo intuitivo, ma
>
> Scusa, ma allora tutti le varie azioni
> di Hulk (per dirne uno) sono irreali
> ed impossibili.

quello è secondario, entriamo nel campo
della SDI, quello che conta è che chi
realizza il modello virtuale di Hulk
faccia in modo che un bestione di qualche
tonnellata interagisca con l'ambiente
circostante in modo adeguato e non come
fosse una etoile di danza classica.

> Cosa ne sappiamo noi che l'alieno abbia una
> massa di 2Kg o di 200Kg?

è un discorso che abbiamo già fatto con
Alien, se non ricordo male, e l'obiezione
è sensata, resta il fatto che lo Xeno
anche quando viola alcune "leggi" biologiche
terrestri, su schermo (per ovvi motivi)
segue sempre le leggi
della fisica del nostro universo
e dà sempre l'impressione di essere un organismo
reale e non un ologramma.
parliamo del primo Alien "*****ogico" ovviamente.

> Lo stesso preciso discorso si faceva per "Alien",
> tra l'altro.

ecco appunto.

> Cose che non mi pare siano presenti in
> "District 9", pero`.

per l'epoca e i mezzi D9 non era fatto male,
(come CG, perchè la storia faceva abbastanza acqua)
ma aveva comunque dei difetti che non sono stati
migliorati

> IMHO, in quel film gli effetti erano buoni,
> se non ottimi, considerando anche che sono
> fatti alla luce del giorno e non di notte
> od in qualche antro buio di astronave.

buoni ma non perfetti, i bacherozzi di Starship
Troopers, di 10 anni prima, in proporzione
erano fatti molto meglio.
Piergiorgio Sartor 18 Giu 2017 19:53
On 2017-06-18 19:39, Karamazov wrote:
[...]
> quello è secondario, entriamo nel campo
> della SDI, quello che conta è che chi
> realizza il modello virtuale di Hulk
> faccia in modo che un bestione di qualche
> tonnellata interagisca con l'ambiente
> circostante in modo adeguato e non come
> fosse una etoile di danza classica.

Gia`, ma quando Hulk salta la forza (quindi
si tratta di fisica, non biologia) verso il
basso deve essere uguale a quella che serve
per andare nella stratosfera.
Di conseguenza il *pavimento* deve reggere
tale spinta, cosa *impossibile*, dato che
non e` stato certo progettato per tale scopo.
Quindi un salto di Hulk e` una cosa non
realistica, secondo la fisica.
Senza andare a fare i conti dell'energia
(E=mgh, dove "m" di Hulk sara` minimo 200Kg,
g~=10 e h=1000m~2000m, quindi E=200*10*1000=
=2MJ, in un paio di secondi, quindi 1MW,
meglio non considerare neanche tutto cio`).

>> Cosa ne sappiamo noi che l'alieno abbia una
>> massa di 2Kg o di 200Kg?
>
> è un discorso che abbiamo già fatto con
> Alien, se non ricordo male, e l'obiezione
> è sensata, resta il fatto che lo Xeno
> anche quando viola alcune "leggi" biologiche
> terrestri, su schermo (per ovvi motivi)
> segue sempre le leggi
> della fisica del nostro universo

Non e` affatto vero, non segue le leggi della
fisica del nostro Universo.

Il motivo e` semplice, da quando nasce a quando
lo si incontra di nuovo e` diventato enorme.
Come ha fatto a crescere *senza* mangiare?
Questa e` fisica (conservazione della massa),
non biologia.

> e dà sempre l'impressione di essere un organismo
> reale e non un ologramma.

Ma questo e` proprio il punto, non dovrebbe esserlo.
Non dovrebbe sembrare un organismo reale, cioe` un
organismo come lo conosciamo noi.
Dato che pero` e` "interpretato" da una persona,
deve esserlo, ma in realta`, se fosse fatto come
si deve (dal punto di vista della fisica) non
dovrebbe rispecchiare canoni a noi noti.
D'altro canto e` molto probabile che abbia piu`
effetto scenico in questo modo che non altrimenti.

[...]
>> Cose che non mi pare siano presenti in
>> "District 9", pero`.
>
> per l'epoca e i mezzi D9 non era fatto male,
> (come CG, perchè la storia faceva abbastanza acqua)

Raccontami questa tua critica alla storia,
sono curioso.

> ma aveva comunque dei difetti che non sono stati
> migliorati

Mah, difetti non mi pare di averne visti.

>> IMHO, in quel film gli effetti erano buoni,
>> se non ottimi, considerando anche che sono
>> fatti alla luce del giorno e non di notte
>> od in qualche antro buio di astronave.
>
> buoni ma non perfetti, i bacherozzi di Starship
> Troopers, di 10 anni prima, in proporzione
> erano fatti molto meglio.

Ma quelli erano veri... :-)

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 18 Giu 2017 21:55
Il giorno domenica 18 giugno 2017 19:57:05 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-18 19:39, Karamazov wrote:
> [...]
>> quello è secondario, entriamo nel campo
>> della SDI, quello che conta è che chi
>> realizza il modello virtuale di Hulk
>> faccia in modo che un bestione di qualche
>> tonnellata interagisca con l'ambiente
>> circostante in modo adeguato e non come
>> fosse una etoile di danza classica.
>
> Gia`, ma quando Hulk salta la forza (quindi
> si tratta di fisica, non biologia) verso il
> basso deve essere uguale a quella che serve
> per andare nella stratosfera.
> Di conseguenza il *pavimento* deve reggere
> tale spinta, cosa *impossibile*, dato che
> non e` stato certo progettato per tale scopo.
> Quindi un salto di Hulk e` una cosa non
> realistica, secondo la fisica.

vero, infatti è un problema che l'hulk
cinematografico non ha del tutto risolto,
e non solo per quanto riguarda la fisica,
ma anche la parte superficiale non
è ancora al 100% verosimile.

> Senza andare a fare i conti dell'energia
> (E=mgh, dove "m" di Hulk sara` minimo 200Kg,
> g~=10 e h=1000m~2000m, quindi E=200*10*1000=
> =2MJ, in un paio di secondi, quindi 1MW,
> meglio non considerare neanche tutto cio`).

sì farebbe un discreto cratere, però
sarebbe interessante una resa più
verosimile, con crateri e tutto quanto.

> Il motivo e` semplice, da quando nasce a quando
> lo si incontra di nuovo e` diventato enorme.
> Come ha fatto a crescere *senza* mangiare?
> Questa e` fisica (conservazione della massa),
> non biologia.

no è biologia aliena, ma ne avevamo già parlato,
non possiamo escludere l'esistenza di molecole
che si comportano in maniera a noi sconosciuta.
poi anche la questione del mangiare l'avevamo
già affrontata, si trova in una nave cargo,
dove si trova ogni tipo di materiale,
senza contare che potrebbe trattarsi di un
fenomeno chimico, la SDI ci sta tutta.

> Ma questo e` proprio il punto, non dovrebbe esserlo.
> Non dovrebbe sembrare un organismo reale, cioe` un
> organismo come lo conosciamo noi.
> Dato che pero` e` "interpretato" da una persona,
> deve esserlo, ma in realta`, se fosse fatto come
> si deve (dal punto di vista della fisica) non
> dovrebbe rispecchiare canoni a noi noti.
> D'altro canto e` molto probabile che abbia piu`
> effetto scenico in questo modo che non altrimenti.

questo senza dubbio, ma non possiamo escludere
(visto che non sappiamo niente della sua biologia)
che sia composto di materiali che abbiano peso
e massa pari a quelle che ti aspetteresti da
un organismo terrestre simile per volume
ma con densità molto maggiore.

> Raccontami questa tua critica alla storia,
> sono curioso.

mi sono ripreso le impressioni scritte all'epoca
che più o meno sono state confermate da successive
visioni a freddo:

"no è l'idea di fondo che proprio non regge, alieni con
una tecnologia avanzatissima e armi ultrapotenti che
per qualche ragione ("for no reason" direbbero a futurama)
accettano di farsi sottomettere e rinchiudere in un campo
di concentramento, mentre potrebbero andarsene in giro
facendo il bello e il cattivo tempo.
dovrebbe essere la regola numero uno di chi scrive, quella
di definire il carattere dei personaggi, mentre questi alieni
non si capisce, una volta sono aggressivi, una volta sottomessi,
una volta ti squartano con un calcio e l'altra sono docili
come cagnolini.
e la relazione degli umani con loro è di conseguenza a sua volta
incomprensibile, una volta li trattano come creature sottomesse
l'altra come bestie feroci, insomma, un *******

spoiler

poi tutta la faccenda del carburante è a dir poco ridicola.
per qualche ragione (for no reason) invece di lavorare
tutti assieme (magari con gli umani) per produrre questo
benedetto carburante, l'incarico viene demandato
a un bacherozzo qualsiasi, aiutato solo dal ******* bacherozzo
e dal bacherozzo-tontolone.
il tutto in una baracca, senza alcun tipo di ******* (per
un incarico che si presuppone essere di sommaria importanza).

per colmo di scemaggine, una volta distillata l'ultima
goccia di combustibile, il prodotto di 20 anni di lavoro,
l'elemento che garantirebbe la salvezza di tutta la popolazione aliena
viene affidato al bacherozzo-tontolone che ovviamente
lo nasconde nel primo cassetto che trova.

da qui in poi è una riproposizione di scene classiche,
dai predatori dell'arca perduta (il recupero impossibile del cilindro)
a un qualsiasi buddy-buddy (alieno e umano prima nemici e poi amici)
al finale un po' robocop un po' aliens.

e per condire il tutto con una bella citazione letteraria, ecco
l'inquadratura finale con la metamorfosi cafchiana completata.

il mockumentary iniziale ci sta, solo che viene tirato un po'
troppo per le lunghe.

la CG è molto buona, soprattutto per l'illuminazione, una
menzione speciale per gli elicotteri che si allontanano
dall'astronave all'inizio.
ancora insoddisfacente la resa del peso corporeo delle creature,
che si muovono galleggiando come pesassero pochi grammi
anzichè, presumibilmente, qualche decina di chili.
per gli insettoni di starship trooper, pur essendo passati diversi
anni, avevano curato molto meglio questo aspetto.

una citazione finale per chi ha fatto il casting e ha scelto
Ridolini per il ruolo di protagonista.

>> buoni ma non perfetti, i bacherozzi di Starship
>> Troopers, di 10 anni prima, in proporzione
>> erano fatti molto meglio.
>
> Ma quelli erano veri... :-)

Verhoeven ha girato nell'area 51?
Piergiorgio Sartor 18 Giu 2017 22:50
On 2017-06-18 21:55, Karamazov wrote:
[...]
>> Il motivo e` semplice, da quando nasce a quando
>> lo si incontra di nuovo e` diventato enorme.
>> Come ha fatto a crescere *senza* mangiare?
>> Questa e` fisica (conservazione della massa),
>> non biologia.
>
> no è biologia aliena, ma ne avevamo già parlato,

Non e` biologia, non puo` essere solo quello.
La biologia e` una conseguenza della chimica,
che e` una conseguenza della fisica.
Se questa ultima e` stonata, tutto il resto lo e`.

Se dobbiamo giustificare risultati con ipotesi
complesse, ci troviamo con un problema.

> non possiamo escludere l'esistenza di molecole
> che si comportano in maniera a noi sconosciuta.

Cosa? Certo possiamo immaginare tutto.
Anche che vi siano esseri viventi che
si muovono in maniera non consueta.
Che discorsi sono?

E` chiaro che dobbiamo, quanto meno,
pensare al verosimile.
In "Alien" non c'e` niente di verosimile.

Dal ciclo vitale dell'Alien, al comportamento
da adulto.
Passando per varie questioni di natura fisica,
come, per esempio, non sia chiaro come le uova
siano ancora attive dopo tanto tempo (anche qui
si tratta di fisica, entropia, per dirne una).

> poi anche la questione del mangiare l'avevamo
> già affrontata, si trova in una nave cargo,
> dove si trova ogni tipo di materiale,
> senza contare che potrebbe trattarsi di un
> fenomeno chimico, la SDI ci sta tutta.

Un fenomeno chimico *non* puo` violare la
conservazione della massa.
Riguardo al mangiare, se cosi` fosse perche`
mangiarsi l'equipaggio?

E` ovvio che, ragionando razionalmente, e` una
cosa impossibile o quantomeno implausibile.

Ci si passa sopra, come` gia` scritto in passato.

[...]
>> D'altro canto e` molto probabile che abbia piu`
>> effetto scenico in questo modo che non altrimenti.
>
> questo senza dubbio, ma non possiamo escludere
> (visto che non sappiamo niente della sua biologia)

Non c'entra la biologia, gia` la fisica e` sbagliata.

> che sia composto di materiali che abbiano peso
> e massa pari a quelle che ti aspetteresti da
> un organismo terrestre simile per volume
> ma con densità molto maggiore.

Massa e volume determinano la densita` (massa/volume),
non si puo` scappare da questo.
O e` leggero con quel volume (quindi ogni attacco
diventa ridicolo), oppure e` pesante quanto ci si
aspetta, e ci si chiede come lo sia diventato.
In poco tempo, tra l'altro, senza contare, anche
qui, che i processi metabolici (chimica e fisica)
richiedono tempo ed energia.

Inoltre, e questo riguarda un po' tutti i mostri,
per poter essere cosi` forti e veloci devono
consumare energia come matti. Molta di piu` di
quanta non ne possano assimilare mangiando.

In altre parole, per poter razionalmente accettare
quel essere, bisogna fare salti mortali ed
arrampicarsi abilmente sugli specchi.
A questo proposito, anche Spiderman ha le sue
beghe con il fatto di stare attaccato ai muri...

>> Raccontami questa tua critica alla storia,
>> sono curioso.
>
> mi sono ripreso le impressioni scritte all'epoca
> che più o meno sono state confermate da successive
> visioni a freddo:
>
> "no è l'idea di fondo che proprio non regge, alieni con
> una tecnologia avanzatissima e armi ultrapotenti che
> per qualche ragione ("for no reason" direbbero a futurama)
> accettano di farsi sottomettere e rinchiudere in un campo
> di concentramento, mentre potrebbero andarsene in giro
> facendo il bello e il cattivo tempo.

Mi pare nel film sia spiegato che erano "droni",
non soldati, ma "schiavi".
Apparentemente con una particolare mentalita`
da schiavi.
Detto altrimenti, "fatti" per non ribellarsi.

> dovrebbe essere la regola numero uno di chi scrive, quella
> di definire il carattere dei personaggi, mentre questi alieni
> non si capisce, una volta sono aggressivi, una volta sottomessi,
> una volta ti squartano con un calcio e l'altra sono docili
> come cagnolini.

Io l'ho visto come intenzionale...

> e la relazione degli umani con loro è di conseguenza a sua volta
> incomprensibile, una volta li trattano come creature sottomesse
> l'altra come bestie feroci, insomma, un *******

Anche questo mi pareva intenzionale.

> spoiler
>
> poi tutta la faccenda del carburante è a dir poco ridicola.

Questo e` poco spiegato, in effetti.

> per qualche ragione (for no reason) invece di lavorare
> tutti assieme (magari con gli umani) per produrre questo
> benedetto carburante, l'incarico viene demandato

Non mi pare sia "demandato", mi pare lo
avesse fatto di sua iniziativa (cosa
anomala per tali esseri, da cui i vari
problemi derivanti).

> a un bacherozzo qualsiasi, aiutato solo dal ******* bacherozzo
> e dal bacherozzo-tontolone.
> il tutto in una baracca, senza alcun tipo di ******* (per
> un incarico che si presuppone essere di sommaria importanza).

Questo e` nella natura delle cose, direi.

> per colmo di scemaggine, una volta distillata l'ultima
> goccia di combustibile, il prodotto di 20 anni di lavoro,
> l'elemento che garantirebbe la salvezza di tutta la popolazione aliena
> viene affidato al bacherozzo-tontolone che ovviamente
> lo nasconde nel primo cassetto che trova.
>
> da qui in poi è una riproposizione di scene classiche,
> dai predatori dell'arca perduta (il recupero impossibile del cilindro)
> a un qualsiasi buddy-buddy (alieno e umano prima nemici e poi amici)
> al finale un po' robocop un po' aliens.

Vabbe`, ma non mi pare niente di negativo,
si e` visto di molto peggio.

> e per condire il tutto con una bella citazione letteraria, ecco
> l'inquadratura finale con la metamorfosi cafchiana completata.

E c'e` qualcosa che non va in questo?

> il mockumentary iniziale ci sta, solo che viene tirato un po'
> troppo per le lunghe.

Strano, io avrei criticato proprio questo...
Primo perche` non piu` originale, secondo perche`
mi da fasti***** il movimento della camera in spalla...

> la CG è molto buona, soprattutto per l'illuminazione, una
> menzione speciale per gli elicotteri che si allontanano
> dall'astronave all'inizio.
> ancora insoddisfacente la resa del peso corporeo delle creature,
> che si muovono galleggiando come pesassero pochi grammi
> anzichè, presumibilmente, qualche decina di chili.
> per gli insettoni di starship trooper, pur essendo passati diversi
> anni, avevano curato molto meglio questo aspetto.

Questo e` discutibile, nel senso che noi non
conosciamo ne` peso, ne` forza di tali creature.

> una citazione finale per chi ha fatto il casting e ha scelto
> Ridolini per il ruolo di protagonista.

Questo piuttosto...

>>> buoni ma non perfetti, i bacherozzi di Starship
>>> Troopers, di 10 anni prima, in proporzione
>>> erano fatti molto meglio.
>>
>> Ma quelli erano veri... :-)
>
> Verhoeven ha girato nell'area 51?

Li aveva in casa...

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 19 Giu 2017 00:31
Il giorno domenica 18 giugno 2017 22:52:34 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-18 21:55, Karamazov wrote:
> [...]
>>> Il motivo e` semplice, da quando nasce a quando
>>> lo si incontra di nuovo e` diventato enorme.
>>> Come ha fatto a crescere *senza* mangiare?
>>> Questa e` fisica (conservazione della massa),
>>> non biologia.
>>
>> no è biologia aliena, ma ne avevamo già parlato,
>
> Non e` biologia, non puo` essere solo quello.
> La biologia e` una conseguenza della chimica,
> che e` una conseguenza della fisica.
> Se questa ultima e` stonata, tutto il resto lo e`.

non capisco perchè ti ostini a non voler accettare
che da qualche parte dell'universo ci siano
forme di vita basate su principi a noi sconosciuti
e non legate ai vincoli dell'ambiente
terrestre. la fisica non è violata, fino
a prova contraria, è solo che quella
particolare forma biologica si sviluppa
secondo percorsi a noi sconosciuti.
finchè non sono state scoperte ritenevamo
non esistessero forme di vita a determinate
profondità oceaniche, eppure esistono
e non possiamo dire che non rispettino
le leggi della fisica.

> Anche che vi siano esseri viventi che
> si muovono in maniera non consueta.
> Che discorsi sono?

ma il problema non è l'inconsuetudine dei movimenti
ma la non "naturalità" dell'interazione
con l'ambiente nella loro resa grafica.

poi tu puoi pensare che sia voluta,
io che sia un'approssimazione
dovuta a mancanza di mezzi, ma qui
si va sul soggettivo.

> E` chiaro che dobbiamo, quanto meno,
> pensare al verosimile.
> In "Alien" non c'e` niente di verosimile.

no, per me il problema "verosimiglianza"
non esiste, se inteso come comportamenti
parametrabili a quelli terrestri.
mi interessa che quello che vedo sullo schermo
non mi faccia pensare che sto guardando
un insieme di meccanismi ricoperti di silicone
o della figure animate da un software.
devi ingannare l'occhio, trompe l'oeil.
di trompe l'oeil ce ne sono di diverse
gradazioni, da quelli che ti sviano totalmente
da quello che stai guardando, a quelli
raffazzonati che ci provano, ecco
gli alieni di bloen*****p sono dei
trompe l'oeil fatti malino.

> Passando per varie questioni di natura fisica,
> come, per esempio, non sia chiaro come le uova
> siano ancora attive dopo tanto tempo (anche qui
> si tratta di fisica, entropia, per dirne una).

no questo come detto non mi interessa,
biologia aliena, SDI e andare.

> Un fenomeno chimico *non* puo` violare la
> conservazione della massa.

infatti non lo fa. avviene una trasformazione,
ma non avendo una tac dello Xeno la
cosa è lasciata (fortunatamente) in sospeso.

> Riguardo al mangiare, se cosi` fosse perche`
> mangiarsi l'equipaggio?

uno snack veloce? non lo so,
comunque mi pare che gli umani siano usati
più che altro come incubatori


Massa e volume determinano la densita` (massa/volume),
> non si puo` scappare da questo.

parliamo di densità dell'organismo,
non del singolo materiale.
potremmo avere un materiale ad alto
peso specifico. stesso volume esterno,
stesso peso, minore densità (dell'organismo
appunto)

> Inoltre, e questo riguarda un po' tutti i mostri,
> per poter essere cosi` forti e veloci devono
> consumare energia come matti. Molta di piu` di
> quanta non ne possano assimilare mangiando.

vabè questo è cinema, altrimenti nei
film passerebbero tutto il tempo a ricaricare
le pistole e a fare il pieno alle macchine,
senza contare le funzioni fisiologiche.

> In altre parole, per poter razionalmente accettare
> quel essere, bisogna fare salti mortali ed
> arrampicarsi abilmente sugli specchi.

solo se la messa in scena non funziona.
se inizi a farti queste domande mentre
guardi un film vuol dire che
qualcosa non ha funzionato nella magica illusione.

> Detto altrimenti, "fatti" per non ribellarsi.

sì va bene ma è poco credibile, a nessuno servono
degli schiavi i*****ti, senza contare che ormai
l'automazione sta facendo passi da gigante
per noi umanoidi che non conosciamo il volo
intergalattico

> Io l'ho visto come intenzionale...

ma non funziona. perchè se hai a che fare
con dei soggetti imprevedibili anche chi
tratta con loro si comporterebbe di
conseguenza, mentre questo nel film non succede

> e per condire il tutto con una bella citazione letteraria, ecco
>> l'inquadratura finale con la metamorfosi cafchiana completata.
>
> E c'e` qualcosa che non va in questo?

a parte la scarsa qualità della scrittura intendi?
no comunque, il giudizio è ovviamente
soggettivo, mi ha più che altro infastidito
l'hype attorno a questo film come
avessimo scoperto il nuovo Orson Wells.
tloback@gmail.com 19 Giu 2017 01:01
Il giorno domenica 18 giugno 2017 21:55:10 UTC+2, Karamazov ha scritto:

> dovrebbe essere la regola numero uno di chi scrive, quella
> di definire il carattere dei personaggi, mentre questi alieni
> non si capisce, una volta sono aggressivi, una volta sottomessi,
> una volta ti squartano con un calcio e l'altra sono docili
> come cagnolini.

Non si capisce perche ' evidentemente non hai seguito il film.
Ti succede spesso, colpa della supponenza dell'approccio.
Karamazov 19 Giu 2017 12:21
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 08:51:44 UTC+2, tonto ha scritto:
> "Piergiorgio Sartor"
> <piergiorgio.sartor.this.should.not.be.used@nexgo.REMOVETHIS.de> wrote in
> message news:tl5j1e-ph3.ln1@lazy.lzy...
>
>> Un fenomeno chimico *non* puo` violare la
>> conservazione della massa.
>> Riguardo al mangiare, se cosi` fosse perche`
>> mangiarsi l'equipaggio?
>
> Scusate se mi intrometto ma c'era un racconto di Isaac Asimov che ipotizzava
> una macchina che trasformava la materia in energia e l'energia in una
> qualunque materia.
> Perchè non dovrebbe farlo un organismo alieno in maniera più efficiente o
> cmq diversa da quanto già succede sulla superficie terrestre?
> Mi pare tra l'altro non nuova come idea nel cinema sci-fi: un po' mangia le
> persone per acquisire patrimonio genetico, in po' si attacca alla spina
> della corrente, un po' trasforma i fotoni delle stelle di passaggio, un po'
> respira e digerisce.
> Nello spazio bisogna sapersi arrangiare...

sì c'era un episo***** della prima serie di spazio 1999 dove
c'era un personaggio simile, forse il miglior episo***** della serie.
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 18:56
On 2017-06-19 00:31, Karamazov wrote:
[...]
> non capisco perchè ti ostini a non voler accettare
> che da qualche parte dell'universo ci siano
> forme di vita basate su principi a noi sconosciuti
> e non legate ai vincoli dell'ambiente
> terrestre. la fisica non è violata, fino
> a prova contraria, è solo che quella
> particolare forma biologica si sviluppa
> secondo percorsi a noi sconosciuti.

La fisica non e` solo cinematica, e` violata
nel momento in, tanto per fare un esempio, i
bilanci energetici sono discutibili.

Questo succede anche con le forme viventi.

Se una creatura, per muoversi in un certo
modo, richiede quantita` di energia superiori
a quelle che puo` assimilare, non puo` esistere.

E` una questione di fisica, la biologia non
puo` violare la fisica.

D'altro canto, se proprio sei convinto, perche`
contesti i movimenti degli alieni di D9?

Il mio punto e` proprio questo, se possiamo
immaginare forme biologiche completamente
diverse da quanto ci si aspetti, allora anche
in quel caso possiamo applicare lo stesso
principio ed accettare la cosa.

[...]> ma il problema non è l'inconsuetudine dei movimenti
> ma la non "naturalità" dell'interazione
> con l'ambiente nella loro resa grafica.

Ah! Allora ho capito male io.

Avevo inteso che tu considerassi troppo
"leggiadri" i movimenti dei gamberoni, non
su come questi tocchino le cose in giro.

[skip misunderstanding]
>> Detto altrimenti, "fatti" per non ribellarsi.
>
> sì va bene ma è poco credibile, a nessuno servono
> degli schiavi i*****ti, senza contare che ormai
> l'automazione sta facendo passi da gigante
> per noi umanoidi che non conosciamo il volo
> intergalattico

Al contrario, e` in linea con il concetto di
armi "biologiche" che hanno a bordo.

Da quello che ricordo io, viene detto che
questi esseri sono piu` biologici che
meccanici come "strutturazione" della specie.
Viene detto che questi sono, in pratica, schiavi
ingegnerizzati, mi pare sia perfettamente
consistente come logica.

Perche` doverebbero usare robot se possono
fare schiavi biologici?

>> Io l'ho visto come intenzionale...
>
> ma non funziona. perchè se hai a che fare
> con dei soggetti imprevedibili anche chi
> tratta con loro si comporterebbe di
> conseguenza, mentre questo nel film non succede

IMHO, il film e` una, neanche tanto velata,
critica alla situazione dei profughi (tema
peraltro attuale adesso, piu` che allora).
Da un lato ci sono questi, sbandati, senza
riferimento, in generale (ma non tutti) soggetti
all'ambiente nuovo ed alla popolazione che
li "accoglie".
Dall'altro vi sono le autorita` che cercano
di metterci una pezza, minimizzando gli sforzi
e senza troppo s*****arsi le mani.

Tutto il comportamento illogico e` quello che
vediamo ogni giorno quando arriva gente da noi
passando il Mediterraneo.

Questo mi e` sembrato il messaggio.

Il film, personalmente, non mi e` piaciuto, per
varie ragioni, ma diverse dalle tue.

In particolare, la reazione delle autorita`...

*spoiler*

...alla contaminazione del protagonista.

Cioe` questi (gli alieni) hanno incidentalmente
un arma biologica da paura (trasforma tutti in
alieni) e la cosa piu` importante e` usare il
povero disgraziato come cavia per le armi...

Se quel liquido, per puro caso, errore o magari
intenzionalmente, finisce nella rete idrica...

[...]
> a parte la scarsa qualità della scrittura intendi?

A parte quello, certo.

> no comunque, il giudizio è ovviamente
> soggettivo, mi ha più che altro infastidito
> l'hype attorno a questo film come
> avessimo scoperto il nuovo Orson Wells.

Sicuramente no, come scritto sopra, un film
da vedere, scordandosi la parte sociale, ma
gli effetti mi sono piaciuti... :-P

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 19:00
On 2017-06-19 08:51, tonto wrote:
[...]
> Scusate se mi intrometto ma c'era un racconto di Isaac Asimov che ipotizzava
> una macchina che trasformava la materia in energia e l'energia in una
> qualunque materia.
> Perchè non dovrebbe farlo un organismo alieno in maniera più efficiente o
> cmq diversa da quanto già succede sulla superficie terrestre?

Come immagazzini l'energia?
Tipicamente usando materia.

Tra l'altro, le due sono la stessa cosa,
sono solo rappresentazioni diverse.

D'altro canto, in molti sci-fi, si parla
di "una nuova forma di energia", come se
ve ne fossero diverse (l'energia e` una,
le forze sono circa 4).

> Mi pare tra l'altro non nuova come idea nel cinema sci-fi: un po' mangia le
> persone per acquisire patrimonio genetico, in po' si attacca alla spina
> della corrente, un po' trasforma i fotoni delle stelle di passaggio, un po'
> respira e digerisce.

"Non funziona cosi'" (Cit.).

> Nello spazio bisogna sapersi arrangiare...

Indubbiamente.

Tra l'altro Alien, molto avanti, il sottotitolo
diceva: "Nello spazio nessuno puo` sentirti urlare".

In molti film o telefilm si sentono le esplosioni
come fosse i fuochi di Capodanno.

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 19:02
On 2017-06-18 19:53, Piergiorgio Sartor wrote:
[...]
> (E=mgh, dove "m" di Hulk sara` minimo 200Kg,
> g~=10 e h=1000m~2000m, quindi E=200*10*1000=
> =2MJ, in un paio di secondi, quindi 1MW,
> meglio non considerare neanche tutto cio`).

Mi sono accorto che il conto dei Watt
e` sbagliato.

In realta`, il volo ha un tempo fisso, che
dipende solo dall'altezza (nei limiti per
cui "g" si puo` considerare costante).

La durata della spinta determina la potenza.

Quindi sono piu` di 1MW.

bye,

--

piergiorgio
Karamazov 19 Giu 2017 22:25
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 19:01:43 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha
> Se una creatura, per muoversi in un certo
> modo, richiede quantita` di energia superiori
> a quelle che puo` assimilare, non puo` esistere.

ma questo come lo stabilisci?
basandoti su parametri terrestri.
capisci cosa voglio dire?

> D'altro canto, se proprio sei convinto, perche`
> contesti i movimenti degli alieni di D9?

perchè non sono (ovvero non appaiono)
*naturali* (prendi questo termine con
tutto il beneficio di inventario
che ti è possibile).
lo guardi e non puoi fare a meno di pensare
che si tratta una figura in CG.
una buona CG per definizione è quella che
ti fa dimenticare che non stai vedendo
degli oggetti *reali*.

> Il mio punto e` proprio questo, se possiamo
> immaginare forme biologiche completamente
> diverse da quanto ci si aspetti, allora anche
> in quel caso possiamo applicare lo stesso
> principio ed accettare la cosa.

c'è inevitabilmente una componente
soggettiva in quello che stiamo discutendo
quindi mi sa che usciremo
da questa discussione ognuno
con le proprie idee riguardo al sudafricano.

> Avevo inteso che tu considerassi troppo
> "leggiadri" i movimenti dei gamberoni, non
> su come questi tocchino le cose in giro.

è la stessa cosa, ad esempio bisogna tenere
conto della resistenza dell'aria.
sono dettagli, mi rendo conto, ma un oggetto
o un corpo che si muove nell'atmosfera
si comporta diversamente da uno che si muove nel vuoto.
è una cosa impercettibile ma la resa finale
è in qualche modo diversa.

> Viene detto che questi sono, in pratica, schiavi
> ingegnerizzati, mi pare sia perfettamente
> consistente come logica.
> Perche` doverebbero usare robot se possono
> fare schiavi biologici?

una cosa è sicura, da qualsiasi universo
provengano non hanno sindacati, associazioni
umanitarie e ong :)

> Tutto il comportamento illogico e` quello che
> vediamo ogni giorno quando arriva gente da noi
> passando il Mediterraneo.
> Questo mi e` sembrato il messaggio.

bè è abbastanza evidente (pure troppo)
che si tratti di una metafora e che
i bacherozzi rappresentino i neri
dei tempi dell'apartheid.
il che mi ha fatto sospettare sull'origine
del successo critico del film,
più focalizzato sul "messaggio" che
sulla qualità dello stesso.

> *spoiler*
>
> ...alla contaminazione del protagonista.
> Cioe` questi (gli alieni) hanno incidentalmente
> un arma biologica da paura (trasforma tutti in
> alieni) e la cosa piu` importante e` usare il
> povero disgraziato come cavia per le armi...
> Se quel liquido, per puro caso, errore o magari
> intenzionalmente, finisce nella rete idrica...

sì è a questo genere di cose che mi riferisco quando
parlo di scarsa qualità di scrittura

> Sicuramente no, come scritto sopra, un film
> da vedere, scordandosi la parte sociale, ma
> gli effetti mi sono piaciuti... :-P

ma alla fine non l'avevo completamente
stroncato, da questo punto di vista.
sono rimasto sorpreso dal fatto
che non ci siano stati miglioramenti
in 8 anni di tempo.
lzy 19 Giu 2017 22:28
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 19:01:43 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-19 08:51, tonto wrote:
>
>
>> Nello spazio bisogna sapersi arrangiare...
>
> Indubbiamente.
>
> Tra l'altro Alien, molto avanti, il sottotitolo
> diceva: "Nello spazio nessuno puo` sentirti urlare".
>
> In molti film o telefilm si sentono le esplosioni
> come fosse i fuochi di Capodanno.
>


E si sentono anche in Alien purtroppo... :-(

Grazie per aver convalidato la mia tesi sulla cine-demenza-senile di Ridley
Scott già preannunciata in più situazione fin da Alien... :-)
Karamazov 19 Giu 2017 22:36
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 19:06:44 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:
> On 2017-06-18 19:53, Piergiorgio Sartor wrote:
> [...]
>> (E=mgh, dove "m" di Hulk sara` minimo 200Kg,
>> g~=10 e h=1000m~2000m, quindi E=200*10*1000=
>> =2MJ, in un paio di secondi, quindi 1MW,
>> meglio non considerare neanche tutto cio`).
>
> Mi sono accorto che il conto dei Watt
> e` sbagliato.
>
> In realta`, il volo ha un tempo fisso, che
> dipende solo dall'altezza (nei limiti per
> cui "g" si puo` considerare costante).
>
> La durata della spinta determina la potenza.
>
> Quindi sono piu` di 1MW.

aspetta che traduco:
"HULK SPACCA!"
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 22:55
On 2017-06-19 22:25, Karamazov wrote:
> Il giorno lunedì 19 giugno 2017 19:01:43 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha
>> Se una creatura, per muoversi in un certo
>> modo, richiede quantita` di energia superiori
>> a quelle che puo` assimilare, non puo` esistere.
>
> ma questo come lo stabilisci?
> basandoti su parametri terrestri.
> capisci cosa voglio dire?

No, basandosi su parametri fisici che
sono universali.

Un corpo da 100Kg, che viaggia a 10m/s,
ha E=1/2mv^2 energia, cioe` 5000J.

Questo e` un fatto inequivocabile, non
e` un fatto terrestre, e` un fatto valido
in tutto l'Universo.

Se tale corpo si muove per conto suo, deve
aver consumato tanta energia (e qui escludiamo
attriti e cose simili).

Ora, se, tanto per fare un esempio b*****e,
tale energia non fosse disponibile, diventa
*impossibile* raggiungere tale velocita`.

L'affermazione "c'e` una biologia che non
conosciamo", non puo` prescindere dalla fisica.

Altro esempio, elementi nobili, come l'Elio,
non si combinano con niente.
Quindi, per quanta fantasia si possa avere,
non e` possibile metabolizzarli.
Quindi non esiste nessun essere vivente che
possa manipolare tali elementi in composti.
L'unico modo e` una reazione nucleare, che,
a sua volta, non e` possibile, date le elevate
energia in gioco.

Ma piu` semplicemente l'Oro. Questo ha anche
una scarsa reattivita` chimica, quindi e`
difficile metabolizzarlo ed usarlo.

La velocita` delle reazioni chimiche dipende
anche dalla massa degli elementi in gioco.
Elementi pesanti, come l'Uranio, hanno reazioni
piu` lente rispetto ad elementi leggeri, come
il Litio.

Le catene polimeriche si possono fare solo con
certi elementi, non con tutti quanti (per quanto
scritto sopra).
E le catene stabili sono ancora piu` rare.

Quindi, la frase "una biologia che non conosciamo"
non e` una scusa valida, perche` pur non conoscendo
tutte le possibili combinazioni, sicuramente possiamo
escluderne molte, tra le quali quelle mostrate in
diversi film.

E possiamo calcolare (o stimare) tempi di reazione,
quindi di crescita, e` cosi` via.

In conclusione, diventa solo una questione di
"livello" in cui ci si vuole porre.

Se uno volesse, potrebbe fare il pelo e contropelo
a quasi, o tutti, i film sci-fi.

Ovviamente noi accettiamo e chiudiamo un occhio,
o magari due, perche` il film e` ben fatto.
Ha una bella storia, una bella regia, una bella
fotografia, quindi ignoriamo dettagli inconsistenti.
E` come una fiaba, si accetta come narrazione.
Niente di male in questo.

[...]
> una buona CG per definizione è quella che
> ti fa dimenticare che non stai vedendo
> degli oggetti *reali*.

Boh, io non ho notato niente di strano.

[...]
> c'è inevitabilmente una componente
> soggettiva in quello che stiamo discutendo
> quindi mi sa che usciremo
> da questa discussione ognuno
> con le proprie idee riguardo al sudafricano.

Come scritto, il film non lo ho trovato
particolarmente entusiasmante, anzi.
Ripeto, non per gli effetti speciali, pero`.

[...]
> è la stessa cosa, ad esempio bisogna tenere
> conto della resistenza dell'aria.
> sono dettagli, mi rendo conto, ma un oggetto
> o un corpo che si muove nell'atmosfera
> si comporta diversamente da uno che si muove nel vuoto.
> è una cosa impercettibile ma la resa finale
> è in qualche modo diversa.

Qui non ti capisco, pero`.

>> Viene detto che questi sono, in pratica, schiavi
>> ingegnerizzati, mi pare sia perfettamente
>> consistente come logica.
>> Perche` doverebbero usare robot se possono
>> fare schiavi biologici?
>
> una cosa è sicura, da qualsiasi universo
> provengano non hanno sindacati, associazioni
> umanitarie e ong :)

Sono robot biologici, se la vuoi metter cosi`.

[...]
> il che mi ha fatto sospettare sull'origine
> del successo critico del film,
> più focalizzato sul "messaggio" che
> sulla qualità dello stesso.

Esattamente, ed e` questo che anche a me
ha stonato.
Cioe` che ci avesse voluto infilare il
messaggio sociale che si poteva evitare.

[...]
> ma alla fine non l'avevo completamente
> stroncato, da questo punto di vista.
> sono rimasto sorpreso dal fatto
> che non ci siano stati miglioramenti
> in 8 anni di tempo.

No, e` che ha preso gli stessi gamberoni
di D9 per questi altri film.

Sono attori alieni veri, cosa credi... :-)

Piuttosto, cosa mi dici degli effetti speciali
di "Arack attack" (o come si chiama)?
Ti sembravano realistici i ragnoni?

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 22:56
On 2017-06-19 22:36, Karamazov wrote:
[...]
> aspetta che traduco:
> "HULK SPACCA!"

Alla grande!!!

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 23:00
On 2017-06-19 22:28, lzy wrote:
[...]
> E si sentono anche in Alien purtroppo... :-(

Intendi Alien-Alien o Alien Covenant?

Adesso non ho in mente l'*****isi scena
per scena, ma mi pare che gli esterni
siano piuttosto silenziosi.
Almeno in assenza di atmosfera.

Ti riferisci a qualche scena in particolare?

Perche` la scena finale potrebbe avere
suono, dipende da dove si ascolta.

Credo, non ho verificato :-), che dall'interno
il rumore del motore si senta, o si percepisca,
attraverso lo scafo, la sedia, la tuta.

In assenza di atmosfera od altri mezzi, invece,
niente suono.

bye,

--

piergiorgio
tloback@gmail.com 19 Giu 2017 23:11
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 19:01:43 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:

> Al contrario, e` in linea con il concetto di
> armi "biologiche" che hanno a bordo.
>
> Da quello che ricordo io, viene detto che
> questi esseri sono piu` biologici che
> meccanici come "strutturazione" della specie.
> Viene detto che questi sono, in pratica, schiavi
> ingegnerizzati, mi pare sia perfettamente
> consistente come logica.


No guarda ricordi male...
Semplicemente sono INSETTOIDI.
Evidentemente evoluti dagli insdetti.
E' cosi' che e' la loro razza...come le formiche o le api..
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 23:23
On 2017-06-19 23:11, tloback@gmail.com wrote:
[...]
> Semplicemente sono INSETTOIDI.
> Evidentemente evoluti dagli insetti.
> E' cosi' che e' la loro razza...come le formiche o le api..

Ah! Ma il concetto e` simile, credo.

Nel senso che la loro forma sociale li
"costringe" ad agire in quel modo.

Oppure ho capito male?

bye,

--

piergiorgio
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 23:33
On 2017-06-19 23:00, Piergiorgio Sartor wrote:
[...]
> In assenza di atmosfera od altri mezzi, invece,
> niente suono.

A questo proposito, c'e` una altro fatto
quasi sempre ignorato.

Le armi ad energia (tipo LASER, tanto per capirci),
nei film lasciano sempre "scie" visibili da un
osservatore terzo.

Cioe` l'astronave A "spara" all'astronave B e
noi, dall'esterno, vediamo A, B ed *anche* il
raggio da A a B.

Ora, a meno di non trovarsi in qualche ambiente
polveroso, dato che l'energia va da A a B, solo
A e B possono vedere tale raggio.

Non c'e` energia verso l'osservatore terzo, quindi
il raggio e` di fatto invisibile.

Ora, l'unico film che io ricordi in cui tale
fisica e` corretta, ed anche ritornando sui
film visti da tre o meno persone, e`:

"Scontri stellari oltre la terza dimensione" (1978)

bye,

--

piergiorgio
tloback@gmail.com 19 Giu 2017 23:34
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 23:27:33 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:

> Ah! Ma il concetto e` simile, credo.
>
> Nel senso che la loro forma sociale li
> "costringe" ad agire in quel modo.
>
> Oppure ho capito male?

Beh, per dire nelle api la classe deriva dal tipo di cibo che viene dato alla
larva..a seconda si sviluppa diversamente con diversi organi.
Nelle formiche e' la regina a scegliere che tipo di formica partorira'.
Non e' questione di "forma sociale" e' proprio una questione biologica.
E le formiche operaie sono formiche senza minima identita' personale, prive di
ogni istinto di sopravvivenza personale ma solo in funzione del gruppo.
Quindi e' assolutamente plausibile che una classe insettodie del genere se
strappata dal gruppo si comporti senza il minimo senso.
Piergiorgio Sartor 19 Giu 2017 23:39
On 2017-06-19 23:34, tloback@gmail.com wrote:
[...]
> Quindi e' assolutamente plausibile che una classe insettodie del genere se
strappata dal gruppo si comporti senza il minimo senso.

Si, intendevo questo.

Solo mi era parso di capire fosse una cosa
"intenzionale", non "evolutiva".

bye,

--

piergiorgio
tloback@gmail.com 19 Giu 2017 23:46
Il giorno lunedì 19 giugno 2017 23:42:37 UTC+2, Piergiorgio Sartor ha scritto:

> Solo mi era parso di capire fosse una cosa
> "intenzionale", non "evolutiva".


Beh, se e' come per le api e le formiche e' sia volontaria che evolutiva.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il cinema in Italia | Tutti i gruppi | it.arti.cinema | Notizie e discussioni cinema | Cinema Mobile | Servizio di consultazione news.